Ultimo risultato
17a Giornata Campionato
HSL MOSAICO - BRENTONICO
-
Prossimo impegno
---
Classifica
FUTSAL ATESINA37
ROTAL ROVERETO32
TRENTO28
BOLZANESE26
SACCO S. GIORGIO25
FIAVE 194522
PINETA22
MEZZOLOMBARDO20
BRENTONICO19
FUTSAL FIEMME17
IMPERIAL GRUMO17
TAVERNARO17
LEVICO TERME13
COMANO T. FIAVE12
UNITED C86
HSL MOSAICO5

UN BREN-TONICO A STOMACO VUOTO CI MANDA KO!

25 Settembre 2017
Brentonico 3 HSL Mosaico 1
UN BREN-TONICO A STOMACO VUOTO CI MANDA KO!

Dopo l’incoraggiante esordio in campionato, l’allegra brigata “dell’Alchimista” Introvigne è chiamata alla conferma nelle terre dell’Altopiano di Brentonico. Match tutt’altro che agevole, viste le dimensioni ridotte del campo-la voglia di emergere dei giallo blu locali e il calore di un copiosissimo pubblico presente sugli spalti. In casa Leones le assenze sembrano figlie di un acquazzone equatoriale, vengono giù a catinelle…Lamzand…Klotz…Veronese…Quaglio…ma nessun alibi, anche perché torna a rombare la fuoriserie Mancin dopo il Pit Stop per tonsillite. Pronti-via, ed il match s’imposta nel vialone che lo porterà nel leitmotiv  di tutta la serata…Leoni a gestire e ad impostare il possesso palla e locali bassi ed accorti in un rombo sotto la metà campo, ma rabbiosi e decisi nelle ripartenze (penso che a fine match un conteggio ipotetico di possesso palla reciterebbe Leones 75%). In questa disposizione tattica il match non vive di grossi sussulti, e moltissimi palloni in fase di costruzione vengono gettati nella differenziata a causa di scarsa precisione e fretta. A spaccare il match, ci pensa un tiro da distanze siderali del nostro “Robottino” Troiani…portiere locale che fa su un pasticcione da arte manifatturiera e sfera che s’insacca lemme lemme, in modo targarughesco, 0 a 1. I locali accusano il colpo, e non riescono ad organizzare una vera e propria manovra avvolgente, allora si affidano ai tiri da lontano, dove “Scarface” Pavel fa sempre ottima guardia…sull’altro lato il difensore della “U” rovesciata locale argina tutto e si supera sulla battuta sotto misura di “Long Jon Silver” Pietrone…in ogni caso si va al riposo sullo 0 a 1. Dopo il riposo, i ragazzi venuti da Bozen entrano con un piglio alla Garfield…cioè sonnolente, e gli effetti si vedono a breve termine…prima provano a far pareggiare i locali con un assist a centro porta su alleggerimento sbagliato (ottima la chiusura esplosiva di Pavel)…poi incassano un tremendo 1-2 in 80 secondi. In tutte e due le occasioni veniamo puniti per errori e leggerezze che col tempo dovranno essere superate, perché l’avversario cinico non dà scampo (veniamo trafitti prima su fallo laterale con palla che s’infila sul primo palo e poi da un magico piatto in corsa che si accomoda all’incrocio). A rendere ancora più acuminata la supposta ci pensa dopo qualche minuto anche l’espulsione di Troiani e rimaniamo a difendere in tre in una micro palestra…

Paradossalmente in questo momento di difficolta ci esaltiamo, con Pietrone che si trasforma in uno jo-jo sulla mediana e con Pavel che distribuisce museruole manco lavorasse al canile. Una volta ripreso campo a pieno regime ritorniamo a gestire palla e conquistiamo falli a grappoli, arrivando anche al sesto fallo…in lunetta va “Mancio”…tiro potentissimo ma centrale, col portiere però che non controlla e molla la sfera a centro area…il più lesto in corsa è il nostro “Funanbolo” Gabri, ma il tiro a botta sicura s’infrange nuovamente sul portiere casalingo. Diciamo che la nostra speranza di riacciuffare il match si conclude qui, perché i locali poco dopo segnano la loro terza rete, sempre con un piattone malefico che va ad incenerire il nostro incrocio, finisce così 3 a 1.

Partita che ci deve far crescere, perché la personalità in certi match, soprattutto in campi piccoli, fa la differenza, e lo sciagurato inizio di secondo tempo lo dimostra.

Forza Leones, testa alta, SEMPRE!

torna indietrovai alla pagina delle newsvai alla notizia precedente vai alla notizia successiva