Ultimo risultato
17a Giornata Campionato
HSL MOSAICO - BRENTONICO
-
Prossimo impegno
---
Classifica
FUTSAL ATESINA37
ROTAL ROVERETO32
TRENTO28
BOLZANESE26
SACCO S. GIORGIO25
FIAVE 194522
PINETA22
MEZZOLOMBARDO20
BRENTONICO19
FUTSAL FIEMME17
IMPERIAL GRUMO17
TAVERNARO17
LEVICO TERME13
COMANO T. FIAVE12
UNITED C86
HSL MOSAICO5

CINQUE RUGGITI ED IN BANCA AFFIORANO I PRIMI TRE PUNTI

18 Settembre 2017
HSL MOSAICO “5” UNITED C8 “2”
CINQUE RUGGITI ED IN BANCA AFFIORANO I PRIMI TRE PUNTI

Non esiste esordio o prima uscita che non crei un po’ d’imbarazzo o inquietudine, basta immaginare il primo appuntamento col gentil sesso dove cerchi riscontro se hai l’alito puzzone o l’ascella pezzata…la prima di campionato ha lo stesso appeal. In casa leonica detto delle due grandi assenze (Mancin e Veronese), si parte con un buon possesso palla a contrastare il pressing sulla tre/quarti dei trentini, anche se la palla in certi frangenti scivola molto lentamente, manco fosse cosparsa di piume e melassa. A squarciare il match, ci pensa una progressione in banda destra “dell’apprendista funanbolo” Tonni, che abbatte le leggi della fisica con rotazione su se stesso senza tutù e scarica in rete un pallone carico di alta tenzione (Warning!!),  1 a 0.  Il goal inziale mette tranquillità, e i ragazzi del “Profeta” Introvigne lasciano agli avversari solo imbucate centrali sul pivot che esaltano sempre l’elasticità di “MR. Fantastic” Fill e la reattività “Bart Simpson” Pavel (oggi in un magenta splendente!).

Ad inserire la seconda a metà frazione ci pensa “Long John Silver” Stassi, che dopo aver tracannato a metà campo un serbatoio di Red-Bull al posto delle ali aggiunge altre due gambe, arpiona un pallone all’avversario si invola in banda sinistra e lancia una palla di cannone che non dà scampo al portiere avversario, 2 a 0.

La reazione al doppio vantaggio è ancora a base di “Cioff” con rete che si gonfia, questa volta ad opera di “Fratello Dalton” Nardon, che con la sfrontatezza del miglior Inzaghi insacca un suggerimento dalla fascia, 3 a 0.

Prima del meritato riposo, veniamo colti dalla famosa sindrome del “Presepe Vivente” e permettiamo agli avversari di accorciare con filtrante sporco che s’infila un po’ in ogni dove, 3 a 1.

La seconda frazione riparte con lo stesso copione della prima, cioè con i locali che provano a manovrare e gli ospiti che pressano sempre più alti e che provano a scavalcare il centrocampo sempre più spesso. Le criniere al vento sfruttando l’appoggio del pivot e l’imbucata del centrale, si trovano sempre più spesso nell’area avversaria, ma mancano sempre l’obbiettivo, forse reso sfuocato dalla pioggerella che avvolge Bozen.

A far rialzare esultante tutta la panchina ci pensa “Mr. Fantastic” Fill, che grazie ad una incursione centrale su sponda volante giovine "Arcangelo" Gabriel si libra sul parquet con la scioltezza di Heather Parisi mentre canta “Cicale” e insacca con un puntero incrociato, 4 a 1.

Quando sembra che ormai il match è indirizzato tutto in discesa siamo bravi a crearci delle piccole colline tipiche della Toscana, vedasi il “regalo” per il goal del 4 a 2 su palla persa ingenuamente.

A chiudere però definitivamente i conti ci pensa “Sentenza” Troiani, che dai 10 metri sfrutta appieno uno scarico del player venuto da Merano Salah…pallettone di sabbia bagnata impanato con sabbia secca, tipico delle guerriglie ferragostane di Jerry Calà, scagliato con catapulta e sfera solo da raccogliere nel sacco, 5 a 2.

Risultato che sancisce anche la fine delle ostilità e ci porta i primi tre punti stagionali!

Avanti cosi leoni, “Last man standing”!!!

torna indietrovai alla pagina delle newsvai alla notizia precedente vai alla notizia successiva